Jill Cooper ci racconta nel suo libro Una vita tutta mia il suo percorso per diventare la donna di oggi, forte e determinata

Pochi giorni fa sono andata alla presentazione del libro di Jill Cooper Una vita tutta mia. Ho sempre seguito Jill Cooper con i suoi consigli per tenersi in forma…non per niente è definita la “regina del fitness”. 

Ma in questo libro non ci parla di fitness, antinvecchiamento o cose simili ma si racconta e si mette a nudo.

Angela Cotticelli intervista Jill Cooper

Il libro è stato presentato da Angela Cotticelli, giornalista di Io Donna, alla libreria Note Book dell’Auditorium. Tra il pubblico erano presenti anche Antonella Elia, Elisa D’Ospina e Roberta Garcia.

Jill Cooper ci racconta il suo amore per l’Italia, paese che l’ha adottata e in cui vive e lavora e della sua voglia di regalare un po’ di se stessa al suo pubblico in Una vita tutta mia. La storia di una donna in tutte le sue sfumature perché “la vita è piena di sfumature e di emozioni, come essere umani siamo tragici e comici, amici e nemici,  amanti e solitari e ho provato a mettere tutte le sfumature della mia umanità nel mio romanzo“.

Alla domanda di Angela Cotticelli: “In questo libro si parla di amore, dell’amore bello ma anche di quello malato, in che senso?” Jill Cooper ha spiegatoUna vita tutta mia è dedicato a tutte le forme di bullismo, in famiglia, a scuola e al lavoro, non solo dell’uomo verso una donna. Nel mio caso, quello che nel libro ho chiamato Mr Ex,  è stato devastante perché la sua violenza era psicologica. E’ una violenza difficile da dimostrare agli altri perché all’esterno sembra tutto perfetto. Ho lottato molto per uscire da questa situazione perché ci è voluto del tempo per rendermi conto in che situazione ero finita, purtroppo a causa della mia famiglia di origine non sapevo cosa fosse l’amore vero. Ho voluto raccontare la mia storia anche per aiutare tante donne ad avere il coraggio di uscirne e di denunciare“. E mentre racconta la sua storia Jill si commuove e spiega che il libro è l’inizio di un percorso per spostare il bisogno di essere amati ad amarsi.

 

Nel libro Jill non usa il suo nome, decide di chiamare la protagonista con il nome di Elizabeth Cole, ma è chiaramente solo uno stratagemma per raccontare se stessa. Come lei, a meno di vent’anni, Elizabeth lascia gli Stati Uniti per l’Italia, sulle tracce di un grande amore che forse era solo un abbaglio. Poi decide di non partire più, affascinata dai colori e dal calore di Roma, che diventa la sua casa; conquistata da un uomo con cui sperava di ritrovare le emozioni di quel primo amore, e che invece si rivela un incubo.

Jill Cooper e Antonella Elia

Jill Cooper e Antonella Elia

Da quella storia, Elizabeth ha tratto il peggio e il meglio della vita: da una parte, umiliazioni e maltrattamenti; dall’altra, una bambina splendida e dolcissima. Ha toccato il fondo, ma ha avuto il coraggio e la forza di salvarsi, per amor proprio e per amore di sua figlia, dicendo basta a quell’inferno e decidendo di ricominciare da zero. Sola in un Paese straniero, abbandonata dalla sua famiglia americana, tormentata dalle vendette di colui che ormai è Mr Ex: non è facile per Elizabeth ritrovare una propria identità e la fiducia in se stessa. 

Un tema davvero attuale poiché a novembre si è celebrata la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne ed è arrivato in Aula il Decreto Legge Codice Rosso promosso dai ministri Bonafede e Bongiorno a sostegno delle donne vittime di violenza. 

Secondo l’Istat, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni ha subito nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale. Un totale di 6 milioni 788 mila. Un dato che si riferisce a coloro che hanno denunciato. Probabilmente, quindi, solo la punta di un iceberg.

Vi consiglio il romanzo di Jill Cooper e, visto l’approssimarsi del Natale potrebbe essere anche un’ottima idea regalo 😉 .

                                                                     Elenia Scarsella

JILL COOPER, nata a Wichita, Kansas, e cresciuta in Florida, ha studiato alla New York University e si è laureata in Economia e commercio a Roma. Esperta di fitness, è stata consulente e insegnante per alcune delle trasmissioni italiane più seguite: Amici, Grande Fratello, Verissimo, Maurizio Costanzo Show, Pomeriggio Cinque, Mattino Cinque, Forum e Buona Domenica. Ha partecipato all’edizione 2017 di Pechino Express, arrivando in finale. È tutor di Detto Fatto su Rai2.

Ha scritto cinque libri sul benessere e l’antinvecchiamento, e dal 2013 è diventata un vero e proprio brand di wellness, beauty e fitness sul canale digitale HSE 24. È l’ideatrice del metodo di allenamento SuperJump. Questo è il suo primo romanzo.

Jill vive con il marito Alessandro, la figlia Veronica e i loro fantastici pelosi, Spunk e Lilly, tra Roma e Fuerteventura. Quando non scrive, sta sicuramente facendo sport.