Subura miscele e fuoco Ele Anto logoMercoledi’ scorso ci hanno invitato a scoprire le prelibatezze e l’atmosfera del ristorante SVBVRA – Miscele e Fuoco in zona Monti.

Io e Antonella, che siamo le più mangerecce di BlogAndTheCity 😯 , siamo arrivate al locale, ci siamo fatte la nostra foto di rito e siamo entrate alla scoperta di sapori, personaggi e segreti di SVBURA! 😉

Il posto è veramente molto bello e si trova in uno dei quartieri più antichi di Roma, il rione Monti, il cui vecchio nome è proprio Suburra (Subura dal latino sub-urbe).

 

Negli ultimi anni si è trasformato da residenziale a quartiere pieno di locali caratteristici e vivaci ma un locale come questo ancora non c’era. SVBVRA nasce da un’idea dei fratelli Berti, imprenditori di riferimento della ristorazione capitolina.

Subura miscele e fuoco vista locale

Subura miscele e fuoco birreLa parola d’ordine, a SVBVRA è qualità, a partire dalle creazioni gastronomiche dello Chef Dario Tornatore, ai vini de La Tognazza Amata che ben si sposano con i sapori proposti dallo chef per arrivare alla collaborazione con il forno di Albanesi e alla selezione dei salumi e dei formaggi di Dol (cioè Di Origine Laziale per chi non lo sapesse 😉 )  !

In carta trovate inoltre anche le otto tipologie di birra del Birrificio Angelo Poretti, eccellenza della tradizione italiana e partner dell’ALMA (Scuola Internazionale della Cucina Italiana).

Subura miscele e fuoco TognazziAbbiamo incontrato Gian Marco Tognazzi, ospite d’onore della serata, che, carinissimo, ci ha concesso una foto con lui, e ci ha raccontato che La Tognazza Amata  nasce dal sogno del padre, Ugo Tognazzi, che già più di 50 anni fa, precorrendo i tempi, aveva sperimentato nel suo casale il ‘biologico’, ovvero la possibilità di mangiare e bere con i prodotti coltivati in proprio senza nessun colorante o conservante, pesticida o agente chimico.

 

Subura Valentina Tiraboschi e Alessandro Capria

Alessandro Capria e Valentina Tiraboschi, Amministratore delegato e Direttore commerciale de La Tognazza Amata

 

Gian Marco così definisce la sua azienda: “La Tognazza nasce dalla fantasia e dalla passione per il cibo, quello vero, di mio padre Ugo. Un cuoco prestato al cinema, oserei dire, vista la passione smisurata per i fornelli e per la campagna. Amo definirla come una filosofia di vita piuttosto che un brand, in cui si combinano amicizia, arte, passione e cibo. Abbiamo voluto dar vita, con il cuore e anche tanta ironia, a una realtà gastronomica che ricerca e sceglie solo il meglio del made in Italy: prodotti di alta qualità che sono l’eccellenza della tavola”.

Durante la serata abbiamo assaggiato il Tapioco de La Tognazza Amata e lo abbiamo trovato letteralmente ‘divino’, molto aromatico con sentori di frutta esotica e vaniglia!! Perfettissimo per un aperitivo! 😉

 

 

Insieme a Gian Marco, c’erano tantissimi invitati, tra cui il senatore M5S, Andrea Cioffi, la voce di RDS, Rosaria Renna, lo stilista Antonio Martino, l’attrice Roberta Garzia, la direttrice artistica del Roma Web Fest, Janet De Nardis, la showgirl Flavia Vento, l’ex gieffino Ferdi Giordano.

Durante la serata è stato proposto dallo chef il meglio del menu’ in versione finger food.

Subura miscele e fuoco chef Tornatore

Io sono rimasta molto colpita dallo gnocco di ricotta di capra al tartufo e funghi circondato da stracci di anatra alle erbe e dalla tartare di tonno con il frutto della passione, semplicemente fantastici 😯 , Antonella ha preferito invece il mini burger con avocado e la mini brioche ai frutti di bosco 😉

Abbiamo fatto personalmente i complimenti allo chef Tornatore per il suo menù sofisticato e gustoso.

SVBVRA inoltre ha una formula versatile che non vincola ad orari precisi, ma che ha come unica Subura miscele e fuoco Angela Cotticelli Eleniapriorità l’accogliere i desideri dei clienti dalla colazione al dopocena: si può sorseggiare un semplice caffè o un infuso su comode poltrone stile New Egland, ma anche deliziarsi con ricchi aperitivi su tavoli social, arrivando fino alla vera e propria cucina, con piatti creativi e gustosi.

Un ringraziamento speciale ad Angela Cotticelli, impeccabile organizzatrice della serata 🙂

                                                                                            Elenia