Dopo il trionfo  nel contest di Radio Deejay “Deejay on Stage” del 2018, il cantautore romano Matteo Sica presenta il suo primo ep Nel paese dei balocchi

Matteo Sica pubblica il suo primo Ep dal titolo “Nel Paese dei Balocchi”.

Grande attesa per il lavoro che sancisce il lancio del giovane cantautore romano, già definito il “Cantautore PopPoeta” per via dei suoi testi e della sua musica semplice, evocativa e di un’eleganza in controtendenza rispetto alle mode attuali.

matteo sica a san pietroLa musica non si ferma mai e la grinta dei giovani artisti men che mai: la quarantena ha solo rallentato ma non fermato il percorso creativo. Il ventenne cantautore Matteo Sica ed il suo team hanno sfruttato il periodo e la tecnologia per perfezionare gli ultimi tre brani e completare l’uscita, il 12 giugno, del primo EP dal titolo “Nel Paese dei Balocchi”. Già durante la quarantena era stato rilasciato “Ti Porterei”, brano che ha ricevuto ottimi consensi e recensioni superando le 30.000 plays su Spotify e rendendo ulteriormente chiara la linea artistica del giovane cantautore.

Scopriamo qualcosa in più di Matteo e dei suoi progetti.

Matteo vuoi parlarci del tuo ep e del suo titolo così romantico?
Si il titolo “Nel Paese dei Balocchi” rappresenta un luogo dell’anima, la casa dei sentimenti in cui accade tutto il caos delle emozioni. E noi tutti siamo come Pinocchio alla scoperta di un mondo fantastico che si rivela qualcosa di diverso, che delude le aspettative di fanciullo ed in cui Mangiafuoco impersonifica la crudezza della realtà. “Nel Paese dei Balocchi” è quello spazio tutto nostro che può essere ovunque ci sia Musica, ovunque ci sia la voglia di sognare, ovunque ci sia la voglia di esprimersi. La via per andarci prima o poi si trova ma la voglia deve venire da dentro.

Quali sono i brani della tracklist e cosa vogliono esprimere?
Abbiamo aperto con “Traffico”, il brano della svolta con il team attuale con cui siamo partiti la scorsa estate, in cui parlo dell’indifferenza nell’amore e nella vita e che indirizza il percorso di ognuno dei brani. Il secondo è “Nella mia Giornata” un brano accattivante ed estivo in cui canto della non corrispondenza tra il valore che si da al nostro “chiodo fisso” e quel che si riceve in cambio. A seguire “Sabato Sera” che è stato definito la storia di tutte storie, in cui ho scritto della delusione delle aspettative e della mancanza in una relazione tormentata, continuando con “Ti Porterei”, che rappresenta il sogno ed il desiderio della persona amata (quasi ad anticipare quel che sarebbe successo di li a poco con tutte le coppie divise per via della pandemia). Penultimo brano, che da anche il titolo all’ep, è “Nel Paese dei Balocchi” un testo fortemente autobiografico in cui metto a nudo il concetto di nostalgia, il desidero di rivivere momenti del passato in quel luogo della mente e del cuore in cui c’è sempre la speranza ed è tutto utopistico. In chiusura faccio un omaggio a “Fino a Tre”, traccia che mi ha permesso di vincere il prestigioso contest di Radio Deejay nel 2018, e che racconta di un amore nei riguardi di una persona distratta e superficiale.

Questo ep rappresenta le tante emozioni del momento storico che stiamo vivendo… quasi premonitore…                              Beh nessuno poteva sapere quel che sarebbe successo! Ma quel che ho scritto è un po’ il percorso della vita: la storia d’amore è quasi uno spunto per far arrivare dei concetti che, in realtà, abbracciano tutti gli ambiti della quotidianità. In tutti i campi si incontra l’indifferenza, ci si sente invisibili, si desidera qualcosa di impossibile, di tormentato o di lontano ma, quel che non deve mai mancarci, è la speranza e quel pizzico di incoscienza che ci fa pensare che esista il paese dei balocchi dove tutto può succedere.

A cosa punti con questo EP?
Punto a colpire e a rimanere. In questa fase non punto ad essere il fenomeno del momento con milioni di plays e seguaci, ma punto a colpire gli amanti ed appassionati del genere pop fatto con determinati criteri. Voglio continuare a migliorare e perfezionarmi, perché il mio obiettivo principale è che i miei brani rimangano e che siano ascoltati anche fra 10 o più anni. Non voglio scrivere e fare musica solo per divertimento: lo voglio continuare a fare per mestiere perché sento la necessità di dover comunicare.

Vuoi ricordare chi ti segue in questo percorso?
 L’ep è uscito il 12 giugno 2020 in tutti i digital store, ed in limitatissima edizione fisica su cd, con l’etichetta RavOro di Marcello Cirillo e grazie alla produzione esecutiva di Italian Music News di Sara Lauricella. I brani sono nati in momenti storici diversi quindi Fino a Tre è stato prodotto alla Sts Recording, Traffico è stato prodotto a Lepredizioni Musicali, mentre gli altri sono stati affidati alla professionalità di Toni Pujia e Marco Mattiuzzo della T-Recs Music con gli arrangiamenti di Matteo Costanzo. Ed ancora la distribuzione digitale è ad opera di Artist First, i videoclip sono stati girati dal team della Andrew Superwiev, mentre la grafica è a cura del fidato Simone Pardi. Approfitto di questo spazio anche per ringraziare tutte le radio, gli amici speaker e giornalisti di vari siti e testate che mi hanno dato spazio, tutti coloro che mi hanno voluto nelle loro serate ed eventi, gli amici che hanno partecipato ai videoclip e tutti coloro che in qualsiasi modo ci hanno dato e ci stanno dando una mano.

Matteo ti abbiamo visto sul palco di Radio Deejay per ben due volte, sempre per due volte come Bollino Rosso da Fiorello e se non c’è due senza tre dove ti vedremo prossimamente?
Vincitore a Sanremo! A parte gli scherzi, magari fosse così! Intanto pensiamo a lavorare e fare buona musica nell’attesa di poterci vedere e godere i live.

E noi caro Matteo Sica  te lo auguriamo di cuore!