Per la nostra rubrica KidsBlog torna la nostra Roberta che ci racconta dei bellissimi progetti realizzati con la piattaforma eTwinning e la preziosa supervisione delle sue bravissime maestre

Ad oggi tutto, o quasi tutto, è ripartito dopo il lockdown per il COVID19.

Nonostante si fosse tutto fermato io e la mia classe abbiamo continuato a lavorare sulle attività e o progetti dell‘eTwinning che è una piattaforma digitale dove noi bambini d’Europa possiamo fare moltissime cose, creare giochi, video divertenti ed altro.

Questa piattaforma è una grande risorsa per la scuola e noi ragazzi. Oggi, quindi, voglio parlarvi dei progetti eTwinning fatti dalle classi 5A e 5B del plesso “D. Bevilacqua” di Tagliacozzo nell’anno scolastico appena trascorso.

roberta etwinningIl primo progetto di cui voglio portare la vostra attenzione è “From Women’s Day” attraverso il quale abbiamo fatto tante attività che hanno messo in risalto il ruolo della donna in vari settori ripercorrendo varie fasi storiche. A me è piaciuto molto parlare di Maria Montessori, Luisa Spagnoli e Bebe Vio e, interessante, quando abbiamo presentato i nostri lavori con tanti tools. Altra attività interessante è stata tradurre dall’inglese e leggere la biografia di una donna di un’altra nazione: la Regina Maria di Romania. Dopo la lettura abbiamo preparato anche un gioco…..ci siamo divertiti imparando cose nuove!!! Il progetto è andato concludendosi con la Giornata della salute (7 aprile) e la Festa dell’Europa.

Il nostro lavoro, però, con l’eTwinning non ha riguardato solo questo progetto ma anche “Cartoline dall’ Europa”; bellissimo scambiarsi cartoline e augurandosi Buon Natale con eventi online; ed, ancora, il progetto “No Man Is An  Island” dove noi, divertendoci a tradurre proverbi nella nostra lingua e in altre abbiamo fatto questa riflessione: nessun uomo è un’isola, viviamo nel mondo in cui l’amicizia è apprezzata nelle diverse lingue che tutti parliamo…

Ed, infine “The Box of stories: once upon a time”. In questo progetto abbiamo fatto tante attività collaborative: un calendario, una storia collaborativa attraverso cui abbiamo riflettuto sugli effetti dei cambiamenti climatici. Divertente è stato anche descrivere in inglese i nostri compagni partner europei. Di questo progetto abbiamo fatto anche il logo collaborativo partendo dallo scegliere la lettera da colorare con il gioco della Ruota.

Abbiamo fatto nella fase conclusiva anche dei saluti per poi ritrovarci il prossimo anno.

Negli ultimi anni attraverso i progetti eTwinning il nostro modo di fare scuola è cambiato; è diventato divertente, ogni giorno mai uguale all’altro e la cosa bella è che divertendoci abbiamo imparato tante cose.

                            Roberta De Angelis