La moda portoghese torna in Italia, alla Fashion Week di Milano, con le sfilate dei designers Carlos Gil e Pedro Pedro

Come vi avevo anticipato qualche giorno fa, finalmente Blog and The City è sbarcato alla Fashion Week di Milano.

Non stavo nella pelle e devo dire che le mie aspettative non sono state affatto deluse.

Qui si respira moda e glamour in ogni dove e sono stata letteralmente rapita da questa splendida atmosfera.

Le prime due sfilate di cui voglio raccontarvi sono quelle di due stilisti portoghesi, bravissimi, talentuosi e molto diversi tra loro: Carlos Gil e Pedro Pedro.

milano moda donna settimana della moda carlos gilCarlos Gil ha effettuato i suoi studi in Portogallo, dove tuttora vive, laureandosi in Fashion Design e iniziando subito a creare dei capi di altissima qualità e dal forte impatto visivo.

Molto apprezzato nel suo paese, nel 2006 ha accettato la proposta di Sua Eccellenza Maria Cavaco Silva, moglie di Sua Eccellenza il  Presidente della Repubblica Portoghese, a prendere in carico il suo guardaroba, posizione che mantiene ancora oggi.

La sfilata presentata lo scorso 22 febbraio  nell’ambito della Fashion Week milanese, si intitola Vinte e Quatro Horas, (ventiquattro ore) proprio perchè si propone di esplorare a tutto tondo  la donna,  in una città frenetica, che non dorme mai, e che è costantemente dominata da una vasta gamma di forti contrasti.

Una collezione forte, pratica e audace per una donna chic, urbana e sofisticata che lega l’eleganza al comfort e alla sportività.

Colori molto vivaci, caldi e freddi sono ben armonizzati si stagliano con forza negli abiti a riche e nei bellissimi capispalla. Non mancano abiti da sera bellissimi e super scintillanti!

milano moda donna settimana della moda pedro pedroPedro Pedro dopo gli studi, inizia la sua carriera nel 1996, anno in cui vince il 1° premio nel concorso New Expo-Wear Designers.

Nel 1998 crea il marchio Pedro Pedro e da lì non si è più fermato esponendo il suo lavoro alla Fashion Week di Parigi e ottenendo pubblicazione prestigiose sulle riviste di tutto il mondo.

La collezione che abbiamo visto a Milano si intitola Le Bureau e rappresenta, come dice lo stesso stilista, un nuovo atteggiamento.

Gli abiti di Pedro Pedro vogliono dar vita ad un nuovo approccio al lavoro, più deciso e formale, che renda l’ufficio e il lavoro stesso più interessante.

Si tratta quindi di una donna volitiva e fiduciosa che sceglie linea femminili, morbide, fluide e molto oversize.

I colori base sono bianco, cammello, nero e blu con spunti in arancione e verde. La scelta dei tessuti ben si adatta al mood della collezione che vede infatti prevalere il cotone, la biancheria grezza, lane molto spesse e anche materiali impermeabili e protettivi.

Come detto all’inizio, due sfilate e due stilisti molto diversi che ci hanno fatto conoscere, qui alla Fashion Week di Milano, la loro interpretazione della donna moderna.