Tango argentino Francesca del Buono e Giampiero Cantone 2Folgorata dalle parole della mia amica Carmen che mi raccontava della ‘magia’ del tango, di quella specie di ‘osmosi‘ o ‘affinità elettiva‘ che si crea nella coppia di tangheri (indipendentemente dal fatto, che siano amici o compagni di vita) tanto che “si arriva a percepire il battito del cuore della persona che balla con noi condividendone perfino il respiro…” come mi raccontava pochi giorni fa Marcello, ne sono rimasta veramente affascinata 😯 !

 

E mi sono convinta ad iscrivermi all’Accademia Romana del Tango 😉 ! Tango argentino Giampiero e Francesca 7L’Accademia è stata fondata da Francesca Del Buono e Giampiero Cantone, campioni italiani 2013 e finalisti ai mondiali 2013 di Tango de Pista e Tango Escenario, e si trova presso il Gotan Club a Roma in via dei Cessati Spiriti.

Tango argentino Romart
Nonostante sia una neofita, ho capito che il tango è più di un ballo… è poesia, musica, è divertente, terapeutico e anche molto sensuale, uno stile di vita…

Tango argentino Francesca del Buono e Giampiero Cantone 3Per accorgersene basta osservare in milonga l’intensità e l’energia che si sprigiona dalle coppie che volteggiano sulla pista.
Tango argentino
Proprio l’Accademia romana del Tango presenterà a Roma, il 29 giugno prossimo al teatro Brancaccio, un saggio-spettacolo di tango imperdibile:  “El tango es?” .

Lo spettacolo è a cura di Francesca del Buono e Giampiero Cantone e prevede la partecipazione di Sebastian Arce e Mariana Montes, considerati, da molti, i ballerini piu’ tecnici ed eleganti della scena mondiale.

Nel weekend è anche possibile fare degli stage con i due maestri argentini presso il Gotan Club. Chi volesse più informazioni può consultare la pagina Facebook dell’evento 😉

A calcare il palco ci sarà anche una prestigiosissima coppia di maestri di Torino, Stefano Giudice y Marcela Guevara, lo staff dell’accademia, gli allievi della scuola e i nostri splendidi maestri Giampiero e Francesca ;).
Francesca del Buono

Ma poiché questo è un blog al femminile mi vorrei concentrare su Francesca e cercare di capire qualcosa in più sulla ‘magia’ del tango 😉

Francesca, come è iniziata per te la passione per il tango?

“Già ballavo prima di incontrare il tango; è stata una casualità…un ritardo, un cambio di programma, l’incontro fortuito con un conoscente già maestro di tango, che cercava una ballerina per uno spettacolo…ormai quindici anni fa. Studiavo architettura allora ed è finita che ad un esame dalla laurea ho lasciato tutto per dedicarmi al tango. Posso dire che quell’incontro ha cambiato la mia vita.”

 Come è nata l’idea di creare l’Accademia Romana del Tango?

“In questi anni ho avuto diversi partner…poi è arrivato Giampiero…un tornado 😮 Intraprendenza, energia determinazione…l’idea dell’Accademia nasce essenzialmente da lui…al di là del fatto che, dopo il percorso fatto insieme, era diventato necessario strutturare la gestione di tanti allievi e tante sedi avvalendoci di validi collaboratori. Abbiamo voluto creare a Roma un riferimento di qualità per la diffusione del tango argentino.”

Tango argentino Giampiero e Francesca 5

 Qual è lo stile che prediligi tra le varie tipologie di ballo del tango?

“Il tango milonguero, inteso come tango che si balla in milonga, dove si cerca l’abbraccio più comodo, la connessione più vera, la fusione dei due corpi non legata ad un’estetica piuttosto che a un’altra, ma alla forma che i due corpi prendono nel fondersi… l’emozione, il divertimento liberi da condizionamenti. “

Tango argentino Giampiero e Francesca InstanbulQuando ti vedo ballare sembri volare sulla pista da ballo, ci sveli il segreto della tua “leggerezza” 😉 ?

“Beh…intanto grazie 😉

Non saprei…quello che ballo oggi è frutto di un percorso non legato solo al tango. Come ho già detto, ballo da che sono bambina…è qualcosa di innato credo…che le mie movenze siano aggraziate me lo sento dire da sempre 😳 “

 Qual è il tuo “sogno nel cassetto” legato al tango?

“Continuare a crescere sia come qualità di ballo (nel tango non si finisce mai di imparare) sia come Accademia. Sogno di poter continuare a vivere di questo e di continuare e provare belle emozioni ballando… “

tango argentino scarpe

Quando vi vedo ballare, rimango ogni volta totalmente affascinata dalla magia che si sprigiona attorno a voi, confido, a breve 😉 , di raggiungere quella tecnica che mi permetta di vivere il tango come quel qualcosa in più, e perdermi nel silenzio di quell’abbraccio…

                                                                                                            Elenia

Dice una poesia argentina: «Lasciami! Ma lasciami il tango. Non rubarmi il cuore due volte».