Il Caput Mundi International Burlesque Award sbarca al Parioli Theatre Club per una sesta edizione che promette di sbalordire e conquistare tutti

Torna, dopo il grande successo delle passate edizioni, il Caput Mundi International Burlesque Award che quest’anno è arrivato alla sua sesta edizione.

Per la prima volta la manifestazione, che si svolge dal 16 al 18 novembre,  approda al rinnovato Parioli Theatre Club, voluta fortemente dal direttore del Teatro Nanni Venditti .

Caput Mundi_Copertina_ridotta burlesque

Quello del burlesque è un mondo davvero magico che esalta la bellezza e  la femminilità e che trasporta i ricordi del passato nel moderno presente.

Albadoro Gala_ph Alberto Guerri (7)

Albadoro Gala

La kermesse, sempre sotto la guida della mente artistica di Albadoro Gala e del direttore creativo Silvio Cossi della SDC Service, promette faville e come al solito un pot-pourri di ospiti provenienti da ogni parte del mondo, pronte a darsi battaglia per scalare la vetta e guadagnarsi il titolo di Papessa del Burlesque 2018, brindando alla vittoria con i mixologist di Compagnie dei Caraibi, main sponsor d’eccezione dell’evento.

Questa sesta edizione propone un concept grafico omaggio al grande George Méliès, con una campagna pubblicitaria che propone la luna simbolo del regista francese, con i connotati di una Albadoro Gala che tutto scruta dall’alto del suo cielo fatto di stelle e di profusa femminilità.

Svizzera, Danimarca, Francia, Russia, Grecia, Regno Unito, Nuova Zelanda, America, Germania e un pizzico di Italia. Tra oltre duecento richieste di presenza, con application giunte da ogni Paese, sono quattro i professionisti selezionati (detti headliners) che si esibiranno in alternanza con le sei le nuove leve (dette newcomers), in corsa per il titolo di Papessa. A giudicare le sei stelle nascenti ci pensano le guest star di questa edizione: l’inglese Bambury Cross, di una bellezza dipinta, seguita dal macho di primo novecento, l’americano Russell Bruner, che siederà di fianco al raffinato Chris Oh!, direttamente dalla Nuova Zelanda e al direttore artistico del Parioli, Nanni Venditti.

Albadoro Gala

Saranno i quattro maggiori esponenti del genere presenti, ad eleggere la vincitrice tra le newcomers, tra cui troviamo le italiane Holly’s Good,  Midnight Purrs,  Sweet Chilly e Jiminy Cricket, seguite dalla danese Scarlett Blixen e dalla svizzera Silly Than.

La vincitrice si aggiudicherà dei booking presso i maggiori palcoscenici burlesque d’Europa, come quello della Voodoo de Luxe di Milano, il Prinzipal Kreuzberg di Berlino, il Bodense Extravaganza sul Lago di Costanza, il Nasty Boys di Treviso e infine il ritorno a Roma nell’edizione del prossimo Caput Mundi I.B.A. 2019. Attese e gradite ospiti pronte a mostrarsi in tutto il loro splendore, sono gli headliners: Clea De Velours e Cherry Lily Darling dalla Francia, la russa Agneta Linchevskaya e il greco John Celestus, tra cui spicca come ospite Betsy Rose dall’Inghilterra. A condurre la tre giorni ritroveremo la poliedrica Marty Maraschino, seguita dal trasformista Jesus e dall’indomito Azzurro Fumo. I tre saranno affiancati dalle stage kitten Mad Cat e Imy Silly Noir e per la prima volta alla conduzione, la padrona di casa Albadoro Gala.

La tre giorni si svilupperà con l’esibizione e l’elezione della vincitrice nella giornata di Venerdì, seguita Sabato dalla serata di gala con classico red carpet e infine grande festa la Domenica, con una giornata di relax per tutti gli artisti che hanno partecipato.

Il #CaputMundiIBA (acronimo e hastag della kermesse), è ormai un evento di rito per tutti gli appassionati e i curiosi del genere retrò. L’eleganza e il garbo con cui donne e uomini, si accostano alla pratica del burlesque, lasciano sempre sbalorditi e incuriosiscono il pubblico, a tal punto di testare sulla propria pelle l’ebrezza di una calza sfilata con cura o di un guanto scivolato via con una distrazione mai casuale.

Anch’io sono davvero affascinata dall’onirico mondo del burlesque e quest’anno sicuramente non mancherò al Caput Mundi International Burlesque Award.

Per tutte le info potete consultare la Pagina Facebook dell’evento oppure il sito del Parioli Theatre Club.