Il primo Burlesque Village italiano il 9, 10 e 11 Giugno 2017 presso il Lanificio di via di Pietralata a Roma

Ho partecipato al Caput Mundi International Burlesque Award a novembre scorso e devo dire che è stato uno spettacolo sorprendente. Ricco di piume, lustrini e paillettes, di tante bellezze burrose ma anche di tanta ironia, una delle caratteristiche principali del burlesque.

Dal 9 all’11 giugno il Caput Mundi International Burlesque Award ritorna nella Capitale in versione estiva. E’ il primo Festival Nazionale dedicato all’Arte del Burlesque e a novembre ha avuto un successo strepitoso.


Ideato dalla performer e producer di fama mondiale Albadoro Gala – con la direzione creativa dell’imprenditore Silvio Cossi di Sdc Serviceil I Caput Mundi Summer Edition  si tiene a Roma dal 9 all’11 Giugno 2017, presso il Lanificio in via di Pietralata 159, all’interno della quale viene appositamente creato il primo Burlesque Village Italiano. Da ex fabbrica a centro di produzione culturale, il Lanificio è oggi un contenitore di idee e stimoli creativi che ha aperto un nuovo binario all’arte, alla musica, all’intrattenimento, alla ristorazione.

L’edizione estiva sarà l’occasione per conoscere artisti emergenti e al termine delle tre giornate verranno eletti dei vincitori che conquisteranno il diritto all’ammissione al festival autunnale per poter concorrere al titolo di Papessa del Burlesque!

caput mundi summer edition pietralata burlesqueParteciperanno centoventi artisti di calibro internazionale, tra cui Jett Adore, Vicky the Butterfly, Loulou D’vil, Medianoche, Mr Gorgeous, Janet Fischietto, Michelle l’Amour, Russell Bruner.

Il Caput Mundi Award” – dicono gli organizzatori – “ha registrato numeri da capogiro tra guest e pubblico. E’ un evento unico, un festival di burlesque mai realizzato prima in Italia, per la qualità artistica della proposta e la sua connotazione internazionale”.

caput mundi summer edition pietralata burlesqueCaput Mundi International Burlesque non regalerà ai visitatori soltanto spettacoli all’insegna di stile, bellezza e costume vintage-retrò, ma anche concerti dal vivo, workshop, shooting e numerose iniziative per un divertimento assicurato fino a tarda notte.

Ognuna delle tre giornate della kermesse si articola in altrettante distinte fasi, stanziate in aree diverse del Lanificio.

Il Bazar Mundi è un’area di 3000 mq, trasformata in un hub, nella quale sono ospitati oltre un centinaio di espositori, tra artisti, collezionisti e designer.  Una mostra mercato per curiosare tra creazioni di moda,  complementi d’arredo, piccola gioielleria in micro-scultura, accessori estrosi e tanto altro.  Al suo interno, è previsto uno spazio dedicato all’esposizione e alla vendita di veicoli d’epoca su due e quattro ruote, una mostra del vinile e spazi barber in stile rigorosamente vintage. Per tutte le appassionate di abiti d’epoca, è allestita una suggestiva esposizione di preziose creazioni retrò della collezione Baci di Gala by Albadoro Gala, madrina del Caput Mundi Award.

caput mundi summer edition pietralata burlesque

Nel corso delle tre giornate si alterneranno inoltre, performance di burlesque, live band, corsi di ballo e il concorso Miss Pin Up WW2. Di seguito il programma dettagliato:

Centro nevralgico del festival è sicuramente la Terrazza estiva sul tetto del Lanificio  nella quale si svolge l’intrattenimento serale a partire dalle ore 18.00, con aree di ristoro per aperitivi e cene accompagnate da live band e dj set. .

Nel River-Loft  si consuma il Naked Girls Reading, il famoso format internazionale che coinvolge tre artiste impegnate nella lettura di passi tratti dalla letteratura mondiale, vestite solamente di preziosi gioielli.

Nel villaggio burlesque sono allestite anche l’area Street Food Parade e l’area Club – aperta venerdì e sabato da mezzanotte alle quattro del mattino – per tutti coloro che amano ballare e divertirsi con un imperdibile president dj set.

Tutti gli appuntamenti della kermesse sono inseriti nel programma pubblicato nel sito www.caputmundiaward.com a partire dal 1 Giugno.

                                                          Elenia Scarsella